transumanze /tran·su·màn·ze/

trans-humus, transitare sul suolo, attraversare il terreno

 

 

Il Festival delle Basse torna e per la sua quinta edizione ha deciso di rimescolare le carte in tavola e di ripensarsi in una nuova veste dando vita a 3 giorni di programmazione itinerante che toccherà diversi comuni della Bassa Padovana.

 

Non più un solo spazio, quindi, ma tanti – argini, ville, prati, piazze, idrovore e chiese – per immergersi nello spirito di questi luoghi e fare emerge un mondo sommerso e rimosso, dove la “tradizione” diventa, riletta e proiettata nel mondo, elemento di conoscenza e meditazione.

 

Siamo partiti dall’idea di transumanza, di passaggio, di attraversamento per pensare a quello che ci auguriamo sarà per tutti, per gli artisti che saranno con noi, per il pubblico, per i volontari e gli organizzatori, un vero e proprio viaggio nello spazio e nel tempo attraverso il territorio.

 

A tracciare la rotta di questa peregrinazione, di questo attraversamento sarà l’acqua nelle sue molteplici forme, un elemento che ha determinato la storia e la geografia della Bassa Padovana, e il cui valore simbolico di purificazione e rinascita appare oggi più che mai, nel particolare contesto storico che stiamo vivendo, forte.

 

Dopo due anni di pausa, quindi, il Festival delle Basse ribadisce la propria vocazione a promuovere un turismo culturale, sostenibile e inclusivo, e lo fa offrendo un’occasione nuova per ritrovarsi e stare assieme, nel totale rispetto della sicurezza e del benessere di tutti coloro che parteciperanno.

 

Questi alcuni dei comuni che toccheremo: Villa Estense, Granze, Sant’Elena, Megliadino San Vitale, Borgo Veneto, Montagnana, Merlara, Urbana.

 

18,19 e 20 giugno 2021: segnatevi le date e continuate a seguirci!

Iscriviti alla newsletter e ricevi in anteprima il programma di quest’anno!





fascia loghi_FBasse_2021